Sicurezza sul lavoro alberghi Roma

Sicurezza sul lavoro alberghi Roma. In Italia, le strutture ricettive sono più di 157.000, per un numero di posti letto disponibili di circa 4.7 milioni, una quantità impressionante, rappresentata per la maggior parte dagli alberghi. Il settore alberghiero impiega migliaia di operatori, con contratti fissi e stagionali, la cui tutela della sicurezza e salute è disciplinata in Italia dal D.Lgs. 81/2008, ovvero il Testo Unico in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

La normativa Internazionale che tutela la salute e la sicurezza dei lavoratori è, invece, la Direttiva quadro 89/391/CE, mentre per il settore HO.RE.CA., vige la direttiva 89/654/CE per i luoghi di lavoro, e la direttiva 2003/10/CE, per l’esposizione agli agenti fisici, in particolare il rumore.

Hai bisogno di essere a norma per la sicurezza sul lavoro alberghi Roma? Chiamaci ora al Numero Verde 800910683 e richiedi un chek -up gratuito.

valutazione di rischi deve essere redatta per ogni gruppo omogeneo di lavoratori, poiché ognuno dei quali è sottoposti a rischi differenti: cambia la mansione, cambiano le attrezzature e gli ambienti di lavoro.

Prendiamo ora in esame i rischi specifici per la salute e la sicurezza a cui sono esposti cinque gruppi omogenei di lavoratori: addetti ai servizi logistici, addetti alla reception, addetti ai servizi ai piani, amministrativi e addetti alle cucine.

Addetti ai servizi logistici

Gli addetti alla logistica saranno sicuramente sottoposti a rischi che riguardano la movimentazione manuale dei carichi, le posture erette prolungate e la guida di automezzi, che causano vibrazioni trasmesse dall’automezzo alla colonna vertebrale dell’autista.

Addetti alla reception

Il gruppo omogeneo degli addetti alla reception, è esposto a rischi disergonomici per il mantenimento di posture sedute scorrette, a rischi di affaticamento visivo per utilizzo superiore alle venti ore settimanali del videoterminale, nonché ai rischi per la salute, causati dal lavoro notturno.

Amministrativi

Come per gli addetti alla reception, anche gli amministrativi rischiano una disergonomicità delle postazioni di lavoro, causata da diversi fattori: la scrivania, la sorgente di luce e l’inclinazione del monitor, non rispondenti ai requisiti minimi prescritti dall’allegato XXXIV del D.Lgs. 81/2008.

Addetti alla cucina

Gli addetti alle cucine degli alberghi, sono esposti a rischi che riguardano lo stress termico causato dall’eccessivo caldo nei locali cucina, la movimentazione manuale dei carichi, le posture erette prolungate, la movimentazione ripetitiva degli arti superiori, durante tutte quelle operazioni di mondatura alimenti e il rischio chimico causato dall’esposizione agli agenti chimici, durante le fasi di sanificazione degli ambienti.

Altri rischi da prendere in considerazione sono: Il rischio biologico causato da eventuali agenti patogeni presenti negli alimenti, il rischio da scivolamento in piano per lo sversamento accidentale di liquidi di varia natura e i rischi di taglio e ustione, per il contatto con superfici molto calde.

Addetti al servizio ai piani

Gli addetti al servizio ai piani, sono sottoposti a rischi durante le operazioni di pulizia delle stanze, quali: la movimentazione manuale dei carichi, le posture incongrue per molto tempo, la movimentazione ripetitiva degli arti superiori durante tutte quelle operazioni di pulizia manuale delle pavimentazioni e il rischio chimico causato dall’esposizione agli agenti chimici durante le fasi di pulizia delle camere. Altri rischi sono: Il rischio biologico causato da contatto accidentale con liquidi organici e il rischio di scivolamento in piano.

La valutazione e prevenzione Incendi

La prevenzione degli incendi nelle strutture ricettive, è estremamente importante per la tutela dei lavoratori, ma soprattutto degli ospiti della struttura. La gestione della sicurezza  antincendio è normata in Italia dal DM 10/03/98, il quale a partire dal Primo Settembre 2022 sarà abrogato in favore di cinque nuovi decreti: D.M. 1/9/2021 -D.M. 2/9/2022 – D.M. 3/9/2022.

Altro decreto di riferimento è il D.M. 16/03/12 concernente l’adeguamento alle disposizioni di prevenzione incendi per le strutture ricettive turistico-alberghiere con oltre 25 posti letto, con scadenza al 30/04/2015, che riguarda tutte quelle strutture ricettive già esistenti al momento dell’entrata in vigore del precedente decreto del 09/04/1994, che non si fossero già adeguate alla nuova norma.

Sicurezza sul lavoro per alberghi Roma. Gli adempimenti obbligatori.

Gli obblighi indelegabili del datore di lavoro, in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, sono i seguenti:

Valutare tutti i rischi specifici a cui i lavoratori sono esposti ed elaborare il documento di valutazione rischi (DVR);

Designare il responsabile del servizio di prevenzione e protezione (RSPP);

Designare il preposto alla sicurezza ai sensi delle novità apportate dalla legge n. 215/2021 al D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.  con il D.L. 146/2021 che hanno ridefinito il ruolo, gli obblighi e i diritti del preposto alla sicurezza;

Nominare il medico competente aziendale e sottoporre a sorveglianza sanitaria tutti quei lavoratori esposti a rischi per la salute;

Eseguire la formazione generale e specifica dei lavoratori ai sensi dell’art. 37 de D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.;

Nominare la squadra di addetti alla gestione delle emergenze, (antincendio e primo soccorso) e provvedere alla loro formazione e addestramento, a seconda del livello di rischio: basso, medio e alto;

Redigere il piano di autocontrollo legionellosi con la valutazione del rischio e campionature analitiche su acque a impianti aeraulici per la ricerca di Legionella Pneumophila.