Coronavirus. Cosa devono fare i pubblici esercizi.

Coronavirus. Cosa devono fare i pubblici esercizi.

Coronavirus. Cosa devono fare i pubblici esericizi. In seguito all’aumento dei casi di infezione da nuovo Coronavirus, il Ministero della Salute sta emanando delle circolari alle ASL territorialmente competenti, con alcune disposizioni da rispettare.

Per quanto riguarda la protezione dei lavoratori dal rischio virus SARS COV – 2, come generalmente per il rischio biologico, si ricorda che le attività di prevenzione dei lavoratori, come disposto dal D.Lgs. 81/2008 e s.m.i., sono poste in capo al datore di lavoro.

Le misure di prevenzione si attuano in collaborazione con il medico competente il servizio di prevenzione e protezione, facendo riferimento al titolo X – esposizione ad agenti biologici del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.

E’ pertanto opportuno prevedere, per tutte quelle aziende dove operano addetti esposti in maniera deliberata o accidentale al rischio biologico da Coronavirus, l’aggiornamento del Documento di Valutazione dei Rischi e la fornitura di idonei DPI (dispositivi di protezione individuale).

Per tutti i lavoratori valgono le regole di buone prassi igieniche generali per la prevenzione di tutte le malattie respiratorie:

  1. Lavarsi le mani con acqua e sapone per almeno 20 secondi o con una soluzione a base alcolica al 60%;
  2. Evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di affezioni respiratorie acute;
  3. Non toccarsi occhi, naso e bocca se prima non ci si è disinfettati le mani;
  4. Coprire la bocca e il naso quando si starnutisce o si tossisce;
  5. Non usare gli antibiotici ed antivirali, se non consigliati dal medico;
  6. Pulire e disinfettare le superfici con soluzioni a base di cloro o alcool;
  7. Usare la mascherina solo in caso di presenza di sintomi quale tosse, starnuti, o se si assiste una persona con sospetta infezione da nuovo coronavirus, (viaggio recente in Cina o altre aree a rischio e sintomi respiratori);
  8. I prodotti made in China e i pacchi in arrivo dalla cina non costituiscono un pericolo.

I pubblici esercizi che possono restare aperti secondo il DPCM dell 11-3-2020, devono mettere a disposizione dei lavoratori e dei visitatori, ove via siano locali aperti al pubblico, soluzioni disinfettanti per l’igiene delle mani e bisogna affiggere in maniera visibile, l’informativa allegato 1 dell’Ordinanza n. Z00002 del 26-2-2020 del Presidente della Regione Lazio.

 

Coronavirus. Cosa devono fare i pubblici esercizi che vendono o somministrano alimenti.

 

Sono sospese le attività commerciali al dettaglio, ad eccezione delle attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità individuate nell’allegato 1 del DPCM dell 11-3-2020, sia nell’ambito degli esercizi commerciali di vicinato, sia nell’ambito della media e grande distribuzione.

Sono chiusi, indipendentemente dalla tipologia di attività svolta, i mercati, salvo le attività dirette alla vendita di soli generi alimentari. Restano aperte le edicole, i tabaccai, le farmacie, le parafarmacie. Deve essere in ogni caso garantita la distanza di sicurezza interpersonale di un metro.

Sono sospese tutte le attività di ristorazione (compresi bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), ad esclusione delle mense e del catering continuativo su base contrattuale, che garantiscono la distanza di sicurezza interpersonale di un metro. E’ consentita la sola ristorazione con consegna a domicilio, purché si rispettino le norme igienico-sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto.

 Possono continuare a operare normalmente, gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande ubicati nelle aree di servizio e rifornimento carburante situati lungo la rete stradale, autostradale e all’interno delle stazioni ferroviarie, aeroportuali, lacustri e negli ospedali garantendo la distanza di sicurezza interpersonale di un metro.

Il Comune di Roma fa sapere di aver disposto la chiusura temporanea di tutti i musei, i teatri e tutti i luoghi e gli istituti della cultura. “Ricordiamo che rimarranno perciò chiusi anche il sistema dei musei civici, il palazzo delle esposizioni e anche la Casa del cinema come le biblioteche”, si legge in una nota del Campidoglio.

Chiusi pub, discoteche, sale giochi e bingo

Sono sospese le attività di pub, scuole da ballo, sale giochi, sale scommesse e sale bingo, discoteche e locali assimilati. La pena per la non osservanza di tali disposizioni è la sospensione dell’attività.

Corso HACCP Roma

Corso HACCP Roma

Corso haccp Roma. Di seguito i principali quesiti.

1. Chi deve fare il corso haccp?

Il corso haccp deve essere frequentato da tutte quelle figure professionali che hanno intenzione di lavorare a contatto diretto o indiretto con gli alimenti; dal barista, all’addetto mensa.

2. Il libretto di idoneità sanitaria per gli alimentaristi esiste ancora?

Il libretto di idoneità sanitaria per gli alimentaristi, non esiste più nella Regione Lazio, poichè è stato sospeso nel 2006 dalla Delibera della Regione Lazio n. 230. Da tale data, pertanto, gli alimentaristi, per poter lavorare nel settore alimentare, devono ottenere l’attestato haccp attraverso la frequentazione di un corso di formazione.

3. Il corso haccp roma è organizzato dalla Regione Lazio?

I corsi haccp non sono organizzati dalla regione, ma bensì da enti privati, ovvero studi professionali, abilitati a tale scopo.

4. Quali sono i corsi haccp roma riconosciuti?

I corsi haccp sono ritenuti validi, solamente in questi casi:

a. in aula se erogati da docenti qualificati in possesso di laurea triennale in ambiti tecnico scientifici con comprovata esperienza nel settore;

b. in modalità online se certificati da organismi paritetici, (gli attestati haccp emessi Studiolab sono validati dall’Organismo Paritetico Enbiform).

SCOPRI SUBITO TUTTI I NOSTRI CORSI HACCP ROMA IN PROMOZIONE>

5. Quanto durano i corsi haccp?

Come descritto dalla Delibera della Regione Lazio 825 del 2009, la durata dei corsi di formazione per ottenere l’attestato haccp, è la seguente:

a. OSA, ovvero operatore del settore alimentare e Responsabili della Gestione delle procedure haccp: corso di formazione della durata non inferiore alle 20 ore;

b. Addetti alla Manipolazione degli Alimenti, ovvero tutto il personale alimentarista: corso di formazione della durata non inferiore alle 6 ore.

6. L’attestato haccp deve essere aggiornato?

Per rispondere a questo quesito, dobbiamo nuovamente consultare la Delibera della Regione Lazio 825 del 2009, la quale così recita:

“Un’adeguata formazione del personale operante presso le imprese alimentari, rappresenta un requisito indispensabile per garantire la sicurezza igienica dei prodotti”.(….)

“In Tutti i casi, il processo formativo non può essere un fatto puramente episodico, e deve quindi, assumere i caratteri di un percorso permanente, capace, cioè, di verificare ed adeguare nel tempo le conoscenze e le competenze dei diversi operatori. Allo scopo devono essere previsti aggiornameni periodici di tale percorso, in particolare in ccasione delle modifiche del ciclo produttivo, degli impianti e/o della normativa di riferimento”.

Il rinnovo del corso haccp roma è pertanto consigliato con frequenza almeno biennale

7. Corso haccp roma anche per aziende?

Con Studiolab è possibile acquistare dei corsi haccp per aziende, grazie ai nostri pacchetti personalizzati, consultabili CLICCANDO QUI>

8. Prezzi corso haccp roma

I prezzi dei corsi haccp emessi da Studiolab, sono consultabili nella sezione dedicata del nostro sito web, CLICCADO QUI>.     

9. Rinnovo haccp roma

Con Studiolab è possibile rinnovare, ovvero aggiornare il proprio attestato haccp, attraverso la frequentazine di un corso della durata di sei ore, in modalità online oppure in aula.

10. Dove frequentare il corso haccp a Roma?

i corsi haccp in aula a roma, possono essere seguiti nelle aule del CampusX dell’Università degli Studi di Tor Vergata, in Via di Passo Lombardo, 341.

LINK UTILI

Ecco una serie di link utili inerenti i corsi haccp e il corso ex rec a Roma:

Circolare Ministero dello Sviluppo Economico chiarimenti sui corsi ex REC CLICCA QUI>

Chiarimenti sull’haccp dal Ministero della Salute CLICCA QUI>

 

 

 

Corso haccp Roma

Corso haccp Roma

Per poter lavorare in una qualsiasi tipologia di impresa alimentare, è necessario ottenere un’abilitazione sostitutiva del vecchio Libretto di Idoneità Sanitaria. Questa abilitazione si ottiene attraverso la frequentazione di un corso di formazione, comunemente denominato corso haccp a Roma per alimentaristi o corso per ottenere l’attestato haccp.

L’obiettivo del percorso formativo, è quello di far operare consapevolmente non solo i titolari di imprese alimentari, ma anche tutti gli addetti alla manipolazione degli alimenti. L’ottenimento dell’attestato haccp, dimostra il possesso delle conoscenze relative alla microbiologia degli alimenti, alla loro corretta manipolazione, conservazione e soprattutto alle procedure di sanificazione degli ambienti e delle attrezzature.

L’UNIONE EUROPEA E LA FORMAZIONE DEGLI ALIMENTARISTI

Nel 2004, veniva pubblicato il “Pacchetto Igiene” un insieme di regolamenti, che armonizzava tutte le normative in ambito igienico – sanitario a livello europeo. Nel Regolamento 852 del 2004 all’allegato II capitolo XII, viene specificato che l’operatore del settore alimentare, ovvero il titolare dell’azienda, deve assicurare l’idonea formazione del proprio personale,  dagli addetti alla manipolazione degli alimenti o responsabili della gestione delle procedure HACCP.

IL LIBRETTO SANITARIO NELLA REGIONE LAZIO

Che fine ha fatto il  Libretto di idoneità Sanitaria nella Regione Lazio? Come forse non tutti sanno, è stato soppresso nel 2006, con la Delibera n. 230. Successivamente, con la Delibera 825 del 2009, venivano specificati i criteri per ottenere il corso haccp roma, definendo le ore di formazione minime da frequentare e i programmi didattici.

CORSO HACCP ROMA CON STUDIOLAB

Con Studiolab, è possibile seguire un corso haccp roma per ottenere un attestato valido su tutto il territorio nazionale e nella comunità europea.

Il corso è svolto in conformità alle prescrizioni del Reg.CE 852/2004 allegato II capitolo XII e della Delibera della Regione Lazio 825 del 2009 e può essere svolto sia in aula presso il CampusX dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, sia in modalità online. I corsi erogati in modalità FAD (online) sono certificati dall’Organismo Paritetico Nazionale Enbiform.

TIPOLOGIE DI CORSI HACCP EROGATI DA STUDIOLAB

TITOLARI O RESPONSABILI HACCP DELEGATI
Durata ore 20. Il percorso formativo si effettua in sostituzione dell’ex Libretto Sanitario ed è previsto  per tutti i titolari di imprese alimentari o loro delegati Responsabili della Gestione delle procedure h.a.c.c.p. secondo quanto previsto dal Regolamento Europeo 852/04 e Delibera Regione Lazio 825/2009;

ADDETTI CHE MANIPOLANO ALIMENTI
Durata ore 8. il percorso formativo si effettua in sostituzione dell’ex libretto sanitario ed è previsto per tutti quegli addetti che conservano, commerciano, producono e manipolano alimenti e bevande (chef, pasticceri, panificatori, cuochi, aiuto cuochi, macellai, baristi, ecc.), secondo quanto previsto dal Regolamento Europeo 852/04 e Delibera Regione Lazio 825/2009;

ADDETTI CHE NON MANIPOLANO ALIMENTI
Durata ore 6. Il percorso formativo si effettua in sostituzione dell’ex libretto sanitario ed è previsto per tutti quegli addetti che non manipolano alimenti (magazzinieri, addetti al confezionamento, addetti al servizio ai tavoli), secondo quanto previsto dai Regolamenti Europei 852/04 e 178/02.

AGGIORNAMENTO PER TUTTE LE FIGURE
Durata ore 6. Il percorso formativo si effettua in sostituzione dell’ex libretto sanitario ed è previsto per tutte le figure di un’impresa alimentare (titolari, responsabili haccp delegati e tutti gli addetti alla manipolazione degli alimenti), secondo quanto previsto dai Regolamenti Europei 852/04 e 178/02.

SCOPRI TUTTI I NOSTRI CORSI HACCP CLICCA QUI>

QUANTO COSTA UN CORSO HACCP A ROMA?

Il prezzo per ottenere un attestato haccp con Studiolab va dai € 25,00 iva compresa per un corso da addetto che manipola alimenti in modalità online, a € 90,00 iva compresa per un corso haccp in aula per titolare.

QUANTE ORE DURA IL CORSO HACCP?

Il corso HACCP ha una durata di 6 ore per gli Addetti che non Manipolano Alimenti, di 8 ore Addetti che non Manipolano Alimenti  e di 20 ore per i titolari o loro delegati Responsabili haccp.

La periodicità dell’aggiornamento degli attestati haccp è biennale e comunque ogni volta che ci sono cambiamenti nel ciclo produttivo e ogni volta che si cambia tipologia di impresa in cui si opera: es. addetto che dalle lavorazioni di una pasticceria, presta la sua opera in una ristorazione collettiva.

CHE COS’E’ L’ATTESTATO HACCP?

E’ un’abilitazione che devono conseguire che vogliono lavorare nel settore alimentare, dallo stoccaggio alla somministrazione (bar, pasticcerie, panifici, ristoranti, macellerie, frutterie, mense collettive, ecc.).






Corso haccp online

Corso haccp online

Vista la sospensione delle attività didattiche su tutto il territorio nazionale fino al 3 Aprile 2020, il team di Studiolab ha deciso di ottimizzare ancora di più il CORSO HACCP online, denominato anche corso haccp a distanza, corso haccp telematico.

I nostri corsi haccp online sono riconosciuti dalle ASL e dalle regioni italiane, poiché sono certificati dall’Organismo Paritetico Enbiform.

Il corso si può seguire comodamente dal pc di casa, oppure da uno smartphone o tablet ed è acquistabile in tutta sicurezza tramite il circuito PayPal.

CLICCA E ACCEDI ALLA SEZIONE DEI CORSI HACCP ONLINE>

Il corso haccp online

 

Nel momento in cui visiono tutta la documentazione di un’azienda, le mie domande agli osa sono sempre le stesse: “avete capito cos’è il sistema haccp? avete capito perché ci sono delle procedure standard da rispettare? avete fatto il corso haccp con i consulenti precedenti?” le risposte sono sempre le stesse: “sì, abbiamo capito tutto dottore, il sistema haccp, (pronunciato dai più avveduti, altrimenti nel linguaggio popolare viene denominato hccp) esiste per rubarci i soldi!”

Ora, la colpa di questo malcontento degli addetti, secondo voi di chi può essere? Vi suggerisco io la risposta: dei consulenti, ovvero di tutte quelle figure coinvolte nella catena del sistema haccp, poiché anch’essi attori, anche se poco rispettosi del copione e sicuramente non candidati “all’oscar”. Perché?

Come si fa a regalare un pezzo di carta con su scritto che il signor Mario Rossi ha frequentato con esito positivo un corso di ore 20 conseguendo la qualifica di Responsabile delle Procedure haccp, quando invece Mario stava sorseggiando un cocktail in riva al mare? Secondo voi si può essere attendibili in questo modo? e ancora, secondo voi si dà attendibilità al sistema haccp? Credo proprio di no.

L’abilità del formatore nel campo dell’igiene alimentare, è quella di collegare la teoria ad un’apparentemente lontanissima realtà aziendale. A mio parere, quindi il corso haccp online, può essere una validissima soluzione per tutti quegli addetti che devono conciliare durissime giornate lavorative alla formazione.

Detto ciò credo che sia ora di cambiare sistema per dare più valore al sistema (haccp), scusate il gioco di parole intenzionale. La mia sfida era questa: dovevo far frequentare un corso di venti ore a un panettiere che dorme 4 ore al giorno. Come avrei potuto convincerlo?

La soluzione è stata trovata grazie all’Organismo Paritetico Enbiform, con la piattaforma dei corsi haccp online. I corsi haccp online erogati da questo ente con cui siamo convenzionati, sono riconosciuti non solo dalla Regione Lazio, ma anche a livello nazionale.

Il corso haccp online di Studiolab, permette all’operatore di seguire le lezioni anche su uno smartphone e di gestire in piena autonomia le ore da seguire, mettendo in pausa le varie sezioni.

L’Ente Bilaterale Nazionale Enbiform è stato riconosciuto dal Ministero del Lavoro come agenzia di intermediazione per il lavoro.

Per approfondire tutti gli aspetti tecnici del corso haccp online a roma, iscriverti e avere le risposte a molti quesiti, visita questo articolo del nostro sito web:

https://studiolabconsulenze.it/tag/corsi-haccp-regione-lazio-corso-haccp-roma-gratuito-corsi-haccp-roma-riconosciuti-corso-haccp-roma-costo/

Quesiti attestato haccp

Quesiti attestato haccp

QUESITI ATTESTATO HACCP

In questo articolo, pubblichiamo in maniera chiara e semplice, tutti i quesiti inerenti il conseguimento e la durata dell’attestato haccp.

ISCRIVITI SUBITO AL CORSO HACCP AL COSTO IN PROMOZIONE DI € 30,00 IVA COMPRESA 

 

ALTRIMENTI CHIAMA IL NOSTRO CONSULENTE DEDICATO AL 3202625008

Scadenza attestato haccp

La Delibera n. 825 del 2009 della Regione Lazio, non indica una scadenza dell’attestato in termini temporali, ma piuttosto di condizioni quali:

Modifica del ciclo produttivo aziendale,

Significativi aggiornamenti della legislazione alimentare.

Ne consegue che l’attestato haccp “scade” nel momento in cui è necessario aggiornare il proprio percorso formativo, quindi quando sussiste una delle due condizioni sopra menzionate. Tuttavia, si raccomanda di eseguire un aggiornamento con frequenza almeno biennale.

Rinnovo attestato haccp

E’ necessario rinnovare l’attestato haccp, nei casi sopra menzionati.

Validità del rinnovo dell’attestato haccp online

Studiolab, offre una piattaforma chiara ed intuitiva, dove poter seguire un videocorso per ottenere l’attestato haccp. L’attestato è a norma di legge, poichè è erogato in accreditamentoall’Organismo Paritetico ed ente certificatore Enbiform. http://www.enbiform.it/

Come rinnovare l’attestato haccp scaduto

E’ possibile rinnovare il proprio attestato haccp, richiedendo l’ erogazione di un corso di formazione nella sesione dedicata ai corsi haccp del nostro sito web www.studiolabconsulenze.it. Per maggiori informazoni è possibile contattare il Servizio di Consulenza alle Imprese al Numero Verde Gratuito 800 910 683.

ALTRI QUESITI ATTESTATO HACCP

Come ottenere l’attestato haccp

Se invece avete bisogno di ottenere per la prima volta un attestato haccp, dovrete sostenere un corso formativo anche in modalita online, della durata minima di ore 6, come previsto dalla Delibera della Regione Lazio n. 825 del 2009. Le modalità per richiederlo, sono le stesse descritte sopra.

Validità attestato haccp Regione Lazio

Poichè la legislazione che regolamenta la formazione degli alimentaristi è regionale, ogni attestato haccp è valido nella regione in cui viene conseguito. Pertanto se un addetto segue un corso nella regione lazio, il docente seguirà i programmi formativi e la durata della propria regione.

Quanto costa l’attestato haccp?

Studiolab propone corsi formativi per ottenere l’attestato haccp ad un costo di € 30,00 iva compresa, la migliore tariffa per il corso haccp a Roma. Gli attestati haccp emessi da Studiolab, permettono di lavorare in tutti i settori, dalla ristorazione alla vendita al dettaglio. Gli attestati sono validati dall’Organismo Paritetico Enbiform, riconosciuti quindi a livello  non solo regionale, ma nazionale.

Si può ottenere un attestato haccp gratis?

l’haccp è il nostro lavoro, viviamo di questo! per quanta passione possiamo metterci, non possiamo regalarvi il nostro tempo, ma possiamo offrirvelo ad un costo ragionevole!

Attestato haccp Roma

Se sei residente a Roma e vuoi lavorare nel settore delle imprese alimentari (ristoranti, bar, mense, pasticcerie), dovrai seguire un percorso formativo secondo le disposizioni della Delibera 825 del 2009. Chiama il Numero Verde 800910683, un nostro operatore chiarirà ogni tuo dubbio.

Giuliano Vasciaveo

© Riproduzione riservata