Analisi HACCP alimenti e superfici Roma

Analisi HACCP alimenti e superfici Roma. Titolari di pizzerie, ristoranti, gelaterie, caseifici, agriturismi, pub, chioschi e altre attività in cui gli alimenti vengono somministrati, manipolati, stoccati o prodotti, possono rivolgersi al nostro Laboratorio di analisi alimenti HACCP a Roma, per effettuare i controlli e i test previsti dalla legge. 

Le analisi microbiologiche degli alimenti, superfici e attrezzature, diventano così, per le aziende alimentari e mangimistiche, un mezzo importante per verificare analiticamente e dimostrare che tutte le procedure adottate, garantiscano la sicurezza sanitaria degli alimenti immessi sul mercato e l’igienicità degli ambienti e delle attrezzature, nel rispetto di precisi requisiti di sicurezza microbiologica e chimica. La collaborazione tra operatore del settore alimentare e consulente tecnico haccp, diventa, quindi, fondamentale per una corretta di quanto richiesto dalla normativa HACCP comunitaria e nazionale. 

Il titolare dell’impresa alimentare e il consulente haccp, pertanto, hanno l’obbligo predispone un piano di campionamento efficace, definendo le tipologie di campione più significativo da prelevare, con quale frequenza, nonché i parametri microbiologici da ricercare, al fine di verificare l’igiene di processo..

Tamponi HACCP obbligatori per ristoranti e bar

Eseguire tamponi HACCP e analisi sugli alimenti, è obbligatorio per bar e ristoranti e tutte le imprese di somministrazione e vendita al dettaglio. L’obbligatorietà, è prescritta dal Reg.Ce 852/2004, dal Ministero della Salute> e dall’INAIL>approfondimento in questo nostro articolo>. I tamponi haccp, sono, pertanto, obbligatori per tutte le attività che lavorano alimenti, dal piccolo bar, alla grande mensa. Lo scopo delle analisi haccp sulle superfici, attrezzature e matrici alimentari, è il controllo dell’igiene di processo. 

Laboratorio di analisi HACCP a Roma

Il nostro laboratorio analisi haccp a Roma, offre supporto puntuale e mirato per tutte le tipologie di analisi microbiologiche richieste dalla normativa vigente:

  1. Valutazioni del livello di rischio e analisi delle acque potabili di rete;
  2. Analisi microbiologiche e chimiche su matrici alimentari;
  3. Analisi microbiologiche e chimiche su superfici e attrezzature
  4. Indagini microbiologiche della qualità dell’aria in ambiente outdoor; 
  5. Analisi legionellosi svolte secondo le linee guida per la prevenzione e il controllo del pericoloso batterio Legionella Pneumophila fissate dal Ministero della Salute a maggio del 2015.

In più, per chi possiede attrezzature refrigeranti, è disponibile il servizio di taratura per mezzo di termometri primari presso il centro di taratura Accredia. Da notare come le indagini vengano svolte in qualunque ambiente di lavoro, incluse scuole, mense, uffici pubblici e privati, aziende ospedaliere e così via. Chiama senza impegno il Numero Verde Gratuito 800 910683 per avere maggiori informazioni!

Come si analizzano gli alimenti?

Gli alimenti si analizzano con sofisticate apparecchiature di laboratorio

Quali analisi eseguire su alimenti e superfici

Per controllare l’igiene di processo e capire se le procedure igienico – sanitare descritte nel manuale haccp vengono svolte correttamente, è possibile eseguire le seguenti analisi microbiologiche:

  • Campioni alimentari: carica mesofila totale a 30 ° C, E. Coli B glucoronidasi positivo, Coliformi totali a 3/7 ° C, Enterobatteriacee, Muffe, Lieviti, Stafilococco coag. positivo, Salmonella spp, Listeria monocytogenes;
  • Tamponi di superficie eseguiti su attrezzature: (mestoli, coltelli, affettatrici, tritacarni, piani di lavoro) eseguiti durante l’attività lavorativa (per la ricerca di agenti patogeni Listeria Monocytogenes e Salmonella spp), eseguiti dopo sanificazione per la determinazione della flora batterica a 30°C.

Per l’esecuzione dei campionamenti analitici periodici, la Studiolab si avvale esclusivamente di materiale sterile monouso Copan. Il trasportato dei campioni, avviene a temperatura controllata, nella scrupolosa osservanza delle vigenti normative in materia di Autocontrollo Alimentare.

Le determinazioni analitiche sui campioni prelevati durante l’attività di consulenza, saranno eseguite presso strutture accreditate presso Accredia. Le determinazioni saranno eseguite in conformità alla UNI EN ISO/IEC 17025/2005. Con Accredia l’Italia si è adeguata al regolamento del Parlamento europeo del Consiglio dei Ministri n. 765 del 9 Luglio 2008, che dal 1° Gennaio 2010 è applicato per l’accreditamento in tutti i paesi UE.